Come usare la modalità compatibilità di Windows 7

Il sistema operativo Windows 7 ha portato tante diverse innovazioni nel settore dei PC Desktop, stendendo un velo pietoso sul precedente Windows Vista e garantendo all’utente finale un sistema stabile, sicuro e veloce. Sono state effettuate diverse modifiche al filesystem per raggiungere certi risultati prestazionali, e come conseguenza alcune applicazioni che magari funzionavano benissimo in passato, con Windows 7 non funzionano più.

Parliamo ovviamente di applicazioni sviluppato nel periodo di Windows XP, visto che quelle per Vista sono praticamente tutte compatibili con Windows 7 (Vista era un antipasto di ciò che doveva diventare Windows 7).

Molte volte è sufficiente utilizzare una versione più aggiornata per risolvere tutti i problemi, ma come si può fare se il programma desiderato non è stato più aggiornato e l’ultima versione è ancora compatibile solo con Windows XP? Senza scomodare la virtual machine di XP integrata in alcune versioni di Windows 7, vediamo assieme come fare per attivare la modalità di compatibilità.

Per attivare la compatibilità XP in Windows 7 è sufficiente entrare nella cartella principale del programma che non funziona correttamente, fare clic con il tasto destro sull’eseguibile dell’applicazione, cliccare su Proprietà e selezionare la scheda Compatibilità.

Mettete quindi il segno di spunta sull’opzione “Esegui il programma in modalità compatibilità per” e selezionate il sistema operativo desiderato. La maggior parte dei programmi richiede Windows XP per funzionare correttamente, e in questa finestra avete anche la possibilità di scegliere quale Service Pack emulare (certi software infatti non sono compatibili con gli ultimi Service Pack).

Se poi l’applicazione è molto datata, allora potete anche selezionare Windows 98 o Windows Me.

Ultimi tweets

    Articoli Simili

    Lascia un Commento